Articolo

21 novembre 2020 PIEVE V. Roberto Bioglio

E' Bruno Spadone, 68 anni, la vittima dell'incidente avvenuto in superstrada ieri sera. Era presidente del Megolo Calcio

Cronaca Prima pagina

È Bruno Spadone, 68 anni, da cinque anni presidente del Megolo Calcio e figura molto conosciuta a Pieve Vergonte, dov'era anche presidente del locale circolo, la vittima dell’incidente mortale avvenuto ieri, venerdì 20 novembre, intorno alle 19. La tragedia sulla superstrada 33 dell’Ossola, appena dopo lo svincolo di Mergozzo, nel tratto in cui la strada (per i lavori di asfaltatura in corso ormai da parecchie settimane) diventa a una corsia sola. Un restringimento pericoloso che tanti lettori ci avevano già segnalato e su cui abbiamo scritto un articolo sul nostro giornale proprio questa settimana chiedendo all’Anas quando sarebbe terminato il cantiere, ormai aperto da parecchie settimane. La risposta è stata che ci sarebbero voluti ancora alcuni giorni in attesa che venisse completata la segnaletica orizzontale.
L’auto di Spadone, una Fiat 500, che viaggiava in direzione di Domodossola (l’uomo era andato a fare un po’ di spesa e stava tornando a casa) è andata a sbattere per cause ancora da accertare contro il jersey in cemento che divide le due corsie. L'uomo ha fatto tutto da solo e non ci sono altri mezzi coinvolti. Spadone, dipendente della Tonolli in pensione, lascia la moglie Mirella e la figlia Michela, sposata con Marco Bossi, consigliere provinciale del Vco e consigliere comunale a Pieve Vergonte, nonché in passato ex segretario della Lega domese.