Articolo

20 novembre 2020 DOMODOSSOLA Roberto Bioglio

Nelle Rsa di Domodossola e Villadossola prosegue il monitoraggio di pazienti e personale

Cronaca Prima pagina

Prosegue il monitoraggio delle due Rsa di Domodossola e Villadossola dopo che nella scorsa settimana si erano registrati i primi casi Covid (19 ospiti su 65 e 8 membri su 58 del personale a Domo e 9 ospiti su 35 e 6 su 29 dipendenti a Villa). La direzione delle Rsa ha aggiornato la situazione all’interno delle strutture, dopo un nuovo ciclo di tamponi effettuato martedì e mercoledì, senza però fornire il numero preciso dei decessi registrati. Da quanto emerge dai dati comunicati nella nota diffusa dal Comune di Domodossola il numero di positivi è rimasto invariato a Domodossola (19), mentre a Villadossola sono  21 gli ospiti positivi e solo 8 quelli negativi. Anche tra il personale si è registrato un incremento di casi: sono 14 a Domodossola, 6 in più, e 11 a Villadossola, 5 in più. Nelle due case di riposo, scrivono dalle Rsa, si sono registrati anche dei «casi di criticità e dei decessi»; un decesso c’era stato nei giorni scorsi a Domodossola e ne avevamo dato notizia sul giornale in edicola giovedì. Sugli altri decessi dalla direzione Rsa non vengono al momento forniti numeri, ma quelli degli ospiti accuditi oggi nella struttura rispetto alla settimana scorsa sono scesi da 65 a 57 a Domodossola (8 in meno) e da 35 a 29 (6 in meno) a Villadossola; non si tratta però solo di decessi: una parte di questi ospiti non più nella struttura, infatti, potrebbe essere stata ricoverata negli ospedali del territorio. «La maggior criticità attuale - scrivono dalla direzione delle due case di riposo - riguarda la possibilità di trasferire i soggetti ancora negativi in una struttura “pulita”, al momento non disponibile, in particolare per Villadossola che presenta numeri più importanti e una difficoltà logistica strutturale per l’isolamento pur avendo identificato, con notevoli difficoltà organizzative, due nuclei distinti. Doveroso un ringraziamento a tutto il personale per l'abnegazione con cui sta combattendo, mettendo in campo ogni sforzo possibile per garantire i bisogni primari e amorevoli cure a tutti gli ospiti».