Articolo

11 novembre 2021 VERBANIA Luca Zirotti

Sebastiano Bianchi è tornato a casa, sospiro di sollievo per il 29enne di Verbania

Cronaca Prima pagina

Sebastiano Bianchi sta bene ed è rientrato a casa a Verbania nella notte. La bella notizia chiude un incubo per la famiglia del 29enne giocatore di basket di cui si erano perse le tracce dalla notte tra lunedì 8 e martedì 9 novembre. Per due giorni una grande macchina dei soccorsi e delle ricerche si era messa in moto nella zona del lungolago di Verbania poco distante dal comando provinciale dei Carabinieri dove la sua auto era stata trovata parcheggiata. I sommozzatori hanno setacciato quel tratto di lago, temendo l’ipotesi di un gesto estremo, sul posto poi sono intervenuti anche i cani molecolari. Ad aprire un possibile scenario diverso però anche alcune immagini che nelle ore della scomparsa avevano ripreso un’altra auto avvicinarsi a quella del giovane nelle ore della scomparsa. Il fratello Mattia a nome della famiglia aveva lanciato un appello anche tramite social chiedendo a chi avesse eventuali informazioni di farsi avanti. I suoi compagni di squadra del Legnano Knights, squadra di basket di serie B (nelle scorse annate Bianchi aveva giocato per due volte anche con la maglia della Paffoni Omegna), hanno anche lanciato un appello televisivo alla trasmissione “Chi l’ha visto?”. Nella notte invece l’epilogo fortunatamente positivo, con il rientro a casa dalla famiglia a Verbania. Ai Carabinieri ora il compito di ricostruire nel dettaglio quanto accaduto in queste ore convulse. “Nella nottata è arrivata la notizia più bella che speravamo di dare da ore: Sebastiano Bianchi è tornato a casa! - sottolinea in una nota anche il Legnano Knights basket -. Psicologicamente disorientato e spaventato, è tornato a casa spontaneamente dopo aver sentito anche l'appello della squadra a "Chi l'ha visto?" di ieri sera. Siamo molto felici che si sia risolta al meglio questa circostanza che ha scosso tutto il nostro ambiente e quello del basket in generale. Ringraziamo tutti i tifosi e le persone che hanno manifestato solidarietà ed affetto per Sebastiano (a cui riporteremo tutti i messaggi) e per noi come società e squadra; oggi abbiamo ottenuto una delle vittorie più importanti di sempre”.