Articolo

15 agosto 2018 ANTRONA S. Redazione

Due specie di civette scoperte in valle Antrona

Cultura

Altre due specie appartenenti all’avifauna protetta d’Europa sono state trovate nel Parco Naturale dell’Alta Valle Antrona, nonché Zona di Protezione Speciale a livello Europeo, andando così ad aumentare il valore e il patrimonio naturalistico di questo settore alpino. L'annuncia una nota dell'ete delle Aree protette dell'Ossola.
Si legge che si tratta di "due civette alpine, uccelli notturni quindi: la civetta capogrosso (Aegolius funereus) e la civetta nana (Glaucidium passerinum), presenti sull’arco alpino fin sopra i 2000 metri. Entrambe queste civette sono tipiche delle foreste nordiche e qui presenti in quanto relitti glaciali. Mentre la civetta capogrosso è un uccello di media taglia, la seconda rappresenta fieramente il rapace più piccolo d’Europa, con appena 17cm di altezza e 50-80gr di peso. Ma non fatevi ingannare dalle apparenze, si tratta di uno dei rapaci notturni più abili ed efficienti, specializzato nella predazione di uccelli passeriformi, fino ad esemplari di pari taglia.
Entrambe queste civette sono abili predatori notturni, ma trattandosi di animali nordici possono cacciare anche in piena luce durante le prime ore della mattina e le ultime della giornata. Si tratta di animali elusivi e difficili da vedere, dal volo completamente silenzioso, indispensabile per sorprendere le prede. È possibile percepirne la presenza soprattutto con il terminare dell’inverno, quando i maschi si manifestano in ripetuti canti serali per ribadire il proprio territorio e attrarre le femmine".

(foto civetta nana, Radames Bionda)