Articolo

06 marzo 2019 DOMODOSSOLA a.p.

Domo, 17 denunce per spaccio di droga

Cronaca

Appostamenti, intercettazioni ambientali e analisi di tabulati telefonici: così la polizia di Stato di Domodossola ha indagato su un grosso giro di spaccio che ha portato a 17 denunce, di cui una al tribunale dei minori di Torino. Alcuni dei denunciati si trovano già in carcere per altri reati, altri sono a piede libero.

Le indagini coordinate dal sostituto procuratore Gianluca Periani erano partite dopo l’arresto a Domodossola di un giovane implicato in una vicenda di spaccio di marijuana ed ecstasy e dalle indagini della guardia di finanza di Varese, su Malpensa, che aveva sgominato un gruppo dedito allo spaccio internazionale di stupefacenti con l’operazione Spanish - Route.

Da qui le analisi dei tabulati che, secondo gli inquirenti, incastravano Giuseppe Carbone, 33 anni, domese. L’uomo avrebbe gestito grosse quantità di stupefacenti, soprattutto marijuana, con consegne a domicilio e non solo. Tra i fornitori dell’uomo, che avrebbe fatto anche da grossista, due uomini di nazionalità albanese, altri di Varese, Milano e Novara. In tutto sono stati sequestrati dagli uomini della polizia, 3.3 chili di marijuana, 23 grammi di cocaina, telefoni cellulari, carte Sim e circa 4.000 euro in contanti.