Articolo

14 giugno 2021 DOMODOSSOLA Roberto Bioglio

Oggi a Crevoladossola si darà l'addio a Matilde Cara, la piccola di 10 anni sconfitta da un male inguaribile

Cronaca Prima pagina

Le bacheche e i profili Facebook di tanti ossolani si sono riempite di candele accese per salutare per l’ultima volta la piccola Matilde Cara, portata via a soli 10 anni da un brutto male, un raro tumore denominato Dipg, dall'inglese “diffuse intrinsic pontine glioma”, ovverosia glioma pontino intrinseco diffuso. Oggi, lunedì 14 giugno, alle 10 nella chiesa parrocchiale di Crevoladossola saranno celebrati i funerali; sono tanti gli attestati di affetto rivolti in queste ore alla mamma Alinda Sottini, al papà Andrea, e al fratellino Francesco. Solo giovedì in occasione dell’ultimo giorno di scuola Matilde aveva voluto salutare i propri compagni di scuola, raggiungendoli in classe, nonostante le difficoltà per la sua malattia. Appena 24 ore dopo la piccola è spirata. Ora alcuni amici hanno deciso, sostenuti dalla famiglia, di avviare su "Go Fund Me" una raccolta fondi in suo nome, per ricordare la piccola Maty e per aiutare tutte le famiglie che stanno lottando contro i tumori pediatrici e le malattie che colpiscono i più piccoli. La raccolta è in corso all’indirizzo https://gofund.me/8ec51a77 e in poche ore ha già raggiunto 4.790 euro, sfiorando l’obiettivo iniziale di 5mila euro. “Matilde – si legge nel testo che promuove la raccolta - aveva un sogno: diventare scrittrice ed illustrare libri per bambini, ed era riuscita a realizzarlo. Una bambina speciale, una grande guerriera. Noi la vogliamo ricordare sostenendo tre associazioni: Ugi Odv (Unione genitori italiani contro il tumore pediatrico) che è stata vicina a Matilde e alla sua famiglia; il progetto G.a.i.a. onlus che nasce dai genitori dei bambini ricoverati all'ospedale pediatrico Salesi di Ancona, e la Fondazione Heal (per la ricerca in campo neuro-oncologico pediatrico). Tutte associazioni impegnate nella ricerca e nel sostegno dei bambini malati e delle loro famiglie”. Infatti la piccola Matilde era riuscita a realizzare il suo sogno di scrivere e illustrare il libro “Fantasia–La storia della Regina Margherita e altre avventure”. Il libro era stato stampato poco più di un mese fa; la piccola Maty era in cura all’ospedale pediatrico Regina Margherita di Torino.