Articolo

02 giugno 2020 INTRAGNA Patrizia Salari

Vandali in azione all'alpe Pian di Boit

Cronaca Prima pagina
«Chi ha visto o sentito qualcosa ci contatti, grazie». L'appello è della Cooperativa Val Grande in seguito agli atti vandalici compiuti ai danni delle strutture presenti all'Alpe Pian di Boit. Nel passato fine settimana sono state sfondate le porte della baita gestita della Cooperativa Valgrande e della baita del Comune di Intragna, bene oggetto del Progetto Colonia. Un gesto inqualificabile ai danni di un alpeggio - luogo di sosta lungo la traversata della Val Pogallo - che Cooperativa e Comune stanno valorizzando con l'obiettivo di promuovere le bellezze del territorio e i progetti legati al rispetto dell'ambiente e della natura. «Probabilmente venerdì o forse sabato - ci spiega il sindaco di Intragna Tiziano Morandi - qualcuno è arrivato a Pian di Boit e ha prima tentato di entrare nella nostra baita del Comune, sfondando le porte. Quando si sono accorti che lì non c'era niente perché si tratta di un ricovero di attrezzi e materiali immagino abbiano deciso di spostarsi sulla baita della cooperativa Val Grande e anche qui hanno distrutto le porte, spingendole all'interno, e sono entrati a bivaccare. Hanno mangiato e bevuto quello che hanno trovato e poi se ne sono andati. In questo momento le strutture, anche il bivacco del Parco Val Grande, sono ancora chiuse a causa della pandemia ma ora il nostro obiettivo è riprendere al più presto, e con ancora più forza, il progetto di valorizzazione dell'alpeggio».