Articolo

25 gennaio 2018 GRAVELLONA T. Luca Manghera

Betoniera si schianta in crociera, la ricostruzione dell'accaduto. Trenta persone sfollate

Cronaca

Potrebbe essere un malore dell’autista, un uomo di 56 anni residente a Domodossola, la causa dell’incidente che questa mattina ha visto una betoniera schiantarsi contro la vetrina del bar Milano di corso Sempione a Gravellona Toce. Per fortuna il bar era chiuso e nessuno stava transitando sul marciapiede altrimenti il bilancio avrebbe potuto essere gravissimo, invece ci sono "solo" tre feriti lievi: l’autista della betoniera, che è rimasto incastrato tra le lamiere della cabina fino a che non è stato estratto dai vigili del fuoco, ed altre due persone.
Stando alla prima ricostruzione della Polizia stradale di Verbania, la betoniera stava provenendo da Feriolo e non si è fermata alla rotonda della crociera, passandoci sopra, travolgendo una macchina (una Volkswagen Lupo) in transito, imboccando corso Sempione e terminando la propria corsa contro il bar, ribaltandosi poi sul fianco destro. Le cause esatte sono ancora in via di accertamento ma come detto l’ipotesi principale sarebbe quella del malore dell’autista, che una volta liberato dal camion è stato portato dal 118 in ospedale a Verbania, dove i medici gli hanno dato 30 giorni di prognosi.
Sull’asfalto non ci sono segni di frenata e l’impatto è stato violentissimo, tant’è che i vigili del fuoco hanno eseguito verifiche sulla stabilità del palazzo contro il quale si è schiantata la betoniera e che è stato evacuato e puntellato. Una trentina di persone, che abitano nella dozzina di appartamenti sopra il bar, dovranno passare la notte fuori casa: alcuni hanno già trovato sistemazione da parenti, altri dovranno andare in albergo. Il Comune si è attivato per dar loro supporto.
Sul posto oltre alla Stradale anche la Squadra volante della questura che si è occupata di gestire la viabilità, visto che la  strada è ancora chiusa al traffico.