Articolo

12 maggio 2020 DOMODOSSOLA Arianna Parsi

Domodossola verso l'ampliamento della ztl e l'ampliamento dei dehors

Cronaca Prima pagina

Un passo verso l’ampliamento della zona a traffico limitato, a Domodossola, con la possibilità per baristi e ristoratori di ampliare il proprio dehors in ragione delle distanze da mantenere per ragioni di sicurezza. «L’amministrazione comunale ha deciso di attivare, fino al 31 ottobre, salvo ulteriori proroghe, procedure amministrative semplificate in deroga per consentire ai gestori un ampliamento dell'occupazione di suolo pubblico o, per le attività che ad oggi non ne usufruiscono, l'occupazione di suolo pubblico ex novo». Il provvedimento è stato approvato lunedì con delibera di Giunta ed è mirato a compensare la ridotta capacità ricettiva causata dal rispetto delle misure di distanziamento sociale da COVID-19. «Gli esercenti interessati devono presentare la propria proposta via PEC (posta elettronica certificata) al SUAP (suap@pec.comune.domodossola.vb.it, info 0324 492266), allegando un semplice disegno con le misure ed il consenso delle eventuali proprietà/attività contigue. Le proposte verranno valutate dall'ufficio in considerazione della viabilità pedonale e veicolare, del rispetto delle proprietà/attività contigue e dell'organizzazione del mercato, elementi che dovranno necessariamente essere salvaguardati. Verrà comunque applicato l'istituto del silenzio assenso, stabilito in sette giorni dalla presentazione della domanda». Nella nota si legge che l’amministrazione ha anche previsto «in caso di mancata compensazione delle minori entrate per il Comune da parte del Governo, di provvedere con risorse proprie alla prima variazione di bilancio». E poi c’è il temporaneo ampliamento della Ztl proprio per dare la possibilità agli esercenti di espandere i propri dehors. Un ampliamento che dovrebbe durare sino al 31 ottobre, e il cui “perimetro” verrà deciso in sede di Conferenza Capigruppo. «L'amministrazione comunale – ha fatto sapere il sindaco, Lucio Pizzi - ha inteso fare un altro passo nel supportare, in ogni modo le sia possibile, la ripresa economica della città». Tutti i dettagli sul prossimo numero di Eco Risveglio.