Articolo

30 agosto 2018 DOMODOSSOLA Redazione

Domodossola, entra in Italia con 130mila euro in contanti: scoperto

Cronaca

Nel corso dei controlli sui treni internazionali in transito presso la stazione ferroviaria di Domodossola i militari della Guardia di Finanza, in collaborazione con i funzionari doganali, hanno fermato, su un treno proveniente da Parigi e diretto a Venezia, un cittadino di nazionalità cinese di 28 anni, con al seguito valuta non dichiarata per un importo di 130.000 euro.
Ad insospettire i militari - spiega una nota della Gdf del Verbano Cusio Ossola - è stato l’atteggiamento del soggetto controllato che alle domande di rito circa il possesso di valuta, evidenziava una certa agitazione. L’approfondimento del controllo portava al rinvenimento dell’ingente somma di denaro occultata all’interno di un giornale. Detto contante era diviso in banconote da 50, 20 e 10 euro.
In osservanza delle disposizioni previste dalla normativa, che stabiliscono l’obbligatorietà della dichiarazione doganale per i trasferimenti di denaro contante per importi pari o superiori a 10.000 euro, si è proceduto alla contestazione dell’eccedenza trasportata ed al contestuale sequestro del 50% della somma, corrispondente a 60.000 euro.