Articolo

20 gennaio 2018 MIAZZINA a.sc.

20 richiedenti asilo a Miazzina, abitanti in fibrillazione

Cronaca

Domani, domenica 21 gennaio, nella sala consiliare, il sindaco di Miazzina Eugenio Viscardini e tutto il consiglio incontreranno la popolazoome per affrontare la questione dell’arrivo in paese dei 20
richiedenti asilo gestiti dalla Cooperativa Versoprobo, sfrattati dal Centro di Crusinallo e ora alloggiati a Villa Flavia, albergo in disuso in centro a Miazzina. I migranti sono giunti nel pomeriggio di venerdì 19 gennaio secondo indicazione del prefetto Iginio Olita, in riferimento alla circolare di giovedì 17 gennaio inviata ai 59 sindaci del Vco che attualmente non accolgono nessun richiedente asilo.
Una situazione che vede il sindaco di Miazzina, Eugenio Viscardini, molto preoccupato anche per le
tempistiche di avviso da parte della prefettura: “La circolare era generica, senza nessun riferimento al
numero ed al giorno di arrivo. La comunicazione ufficiale dell’arrivo dei migranti mi è arrivata il 19 gennaio, giorno in cui sono stati portati nell’albergo. E’ un numero sproporzionato rispetto alla popolazione di 380 abitanti. Ho scritto una lettera al prefetto per avere un incontro il prima possibile”. Anche la minoranza per Vivere Miazzina della portavoce Rossana Zanin si allinea con il pensiero del sindaco: “La decisione del prefetto è stata arbitraria e inopportuna, senza considerare le peculiarità del nostro comune e fuori dalle logiche dell’accoglienza”.