Articolo

08 maggio 2018 DOMODOSSOLA Redazione

Stupefacenti e traffico d'armi, il capo vecchia conoscenza ossolana

Cronaca Prima pagina

Sono 13 ordinanze di custodia cautelare eseguite nell'ambito dell’operazione “Santa Cruz” che ha visto la Polizia di Frontiera di Domodossola con la collaborazione delle Questure di Verbania, Milano e Reggio Calabria scoprire un gruppo accusato di traffico di sostanze stupefacenti e di armi.

L’ attività di indagine è durata più di un anno, coordinata dal sostituto procuratore verbanese Gianluca Periani e si è concentrata su un traffico di sostanze stupefacenti in Ossola e nei vicini Cantoni Sivzzeri, nonché un traffico di armi dall’Ossola alla Calabria.

Secondo le indagini al vertice del gruppo c’era Giovanni Rosario Russo, 66 anni, ossolano, già coinvolto in operazioni anti ‘ndrangheta in Ossola dei primi anni Novanta, e latitante fino a oggi. La Polizia lo ha fermato alle 12 di ieri a Gallarate, nei pressi della stazione ferroviaria.

Sulle edizioni di Eco Risveglio in edicola domani e giovedì i dettagli dell'operazione.