Articolo

30 marzo 2021 PIEDIMULERA ro.bi.

Dopo il colpo in un bar grazie al sistema d'allarme viene preso dai carabinieri

Cronaca Prima pagina

È stato arrestato in flagranza di reato dai carabinieri della stazione di Premosello Chiovenda che all’alba di lunedì 29 marzo, intorno alle 5.30 del mattino, lo hanno sorpreso all’interno del bar “ScoobyDoo” nell’area industriale di Piedimulera. E.L.D., classe 1996, dimorante a Torino ma di fatto trasferitosi negli ultimi tempi nella bassa Ossola, si era reso protagonista già poche settimane fa di un tentato furto in un mobilificio di Piedimulera. Questa volta ha rotto il vetro di un abbaino sul retro del bar e si è introdotto nel locale armato di una pistola ad aria compressa. Il suo obiettivo era compiere un furto. I carabinieri sono stati allertati dal sistema d’allarme del locale e lo hanno colto sul fatto con la refurtiva: un iPhone e 50 euro in contanti. Il giovane non ha tentato di opporre resistenza anche perché rompendo il vetro dell’abbaino aveva riportato una ferita, tagliandosi. Ora per lui si sono aperte le porte del carcere: il giudice per le indagini preliminari nell’udienza di convalida svoltasi questa mattina in tribunale a Verbania ha dato il via libera all’arresto; non avendo infatti un domicilio non ha un luogo dove scontare i domiciliari. La refurtiva è stata restituita ai legittimi proprietari.