Articolo

30 aprile 2021 VERBANIA Patrizia Salari

Marchionini e altri contro il Piano Ires della Regione. La Lega: «Difesi e potenziati i tre ospedali»

Cronaca Prima pagina

«Potenziamento del Castelli di Verbania, del Coq di Omegna e dell’emergenza 118, nuovo ospedale a Domodossola e rafforzamento della medicina territoriale. Sono almeno trent'anni che se ne parla e ora, come già fatto con la legge regionale sui canoni idrici per volontà della Lega, si stanno predisponendo risposte concrete e efficaci per tutto il territorio anche in tema di sanità». Lo dichiara il gruppo Lega Salvini Vco commentando lo studio Ires per il riassetto sanitario del Verbano Cusio Ossola presentato ieri pomeriggio ai sindaci della Rappresentanza Asl. «Ciò che è stato illustrato al territorio - dice la Lega Vco - è il risultato finale del lavoro svolto da Ires, dove sono state anche ricalibrate le scelte dopo le giuste rimostranze dei cittadini verbanesi». In concreto lo studio prevede la realizzazione di un nuovo ospedale a Domodossola, con 250 posti letto e il Dea, di mantenere il Castelli di Verbania, confermando gli attuali 125 letti più la conferma anche del secondo Dea «che è fondamentale - prosegue la Lega - per numero di abitanti e presenze turistiche e un indirizzo specifico che potrebbe essere quello di Cardiologia, e di confermare e potenziare la specializzazione in Ortopedia e riabilitazione del Coq di Omegna, con 116 posti letto. In questo modo tutte e tre le macro aree provinciali sarebbero adeguatamente coperte». «Una riunione molto negativa per il futuro della sanità nel Vco e per Verbania» è il primo commento del sindaco Silvia Marchionini. «Siamo indisponibili, come amministrazione comunale di Verbania, a dare credito a un progetto che ancora si basa su molte parole e progetti poco concreti e, soprattutto - continua - pensati e presentati dalla Regione senza essersi confrontati prima con gli amministratori locali e gli operatori della sanità. Non ci siamo. Quella che si delinea è una scelta che porterà a una sanità di basso livello per tutti i cittadini del Vco e del Verbano. Abbiate rispetto per i cittadini». «Slide e parole che, molto probabilmente, rimarranno tali - interviene la segreteria Pd, Alice De Ambrogi - perché le risorse economiche voleranno altrove, in altre province, facendo precipitare la nostra offerta sanitaria verso una qualità decisamente più bassa e marginale». «La preoccupazione che si vada verso i due mezzi ospedali è più che concreta - interviene il Movimento 5 Stelle - lo dimostrano le slide della Regione, ma lo dimostra già ora la "programmazione investimenti in conto capitale in edilizia ed attrezzature sanitarie proposti dalla dirigenza Asl per l’anno 2021 e il triennio 2021/2023. I più significativi interventi sono: 
16.637.200 euro per il II lotto rifacimento degenze e torre operatoria prima e seconda ala dell’ospedale di Verbania nel 2021 e 22.000.000 di euro per demolizione e realizzazione nuovo edificio per prolungamento nuova ala concentrando in unico edificio di 4 piani fuori terra tutte le degenze ed attività agli utenti a Domodossola».