Articolo

24 marzo 2014 PIEVE V.

Bonifica Enichem, si punta a creare anche occupazione di alto profilo

Politica
Incontro stamani alla Prefettura del Verbano Cusio Ossola sul progetto operativo di bonifica dell’area ex Enichem di Pieve Vergonte. In una nota diffusa dal deputato Pd Enrico Borghi si evidenzia che sarà disposto un “Protocollo per la legalità” per evitare infiltrazioni malavitose negli appalti. Inoltre Syndial ha confermato che "nella predisposizione dei bandi di gara sarà attribuito un peso ponderale importante ai general-contractor che coinvolgeranno il territorio e le sue azione sul piano dei subappalti, della fornitura e della logistica". L'Eni-Syndial ha inoltre dato formalmente la propria disponibilità a lavorare concretamente per la attivazione sul territorio di un “centro di competenza” ad elevato valore aggiunto. L'obiettivo riuscire a innestare gli stanziamenti e gli incentivi fiscali che il Parlamento ha messo a disposizione, con recenti provvedimenti, a favore di imprese interessate a collocarsi in aree industriali ricavate a seguito di procedimenti di bonifica. Borghi ha anche chiesto una prossima visita in Ossola del nuovo ministro dell’ambiente, Gianluca Galletti.