Articolo

03 ottobre 2020 PALLANZENO Arianna Parsi

Pallanzeno s'è svegliata sotto l'acqua. Danni anche nel resto dell'Ossola

Cronaca Prima pagina

Questa mattina il Vco si è svegliato sotto una cappa di pioggia dopo che anche il vento ha tirato forte nella notte. Risuonano per le vie le sirene dei Vigili del fuoco: «Siamo presi non abbiamo tempo, siamo a Pallanzeno, Vogogona, in superstrada…», il tono concitato dei pompieri dice tutto: «La situazione è grave». Ci vorrà ancora qualche ora per fare la conta dei danni, ma resta fermo l’appello lanciato dalla Protezione civile nelle ultime 12 ore: evitare di mettersi in viaggio, farlo solo in caso di estrema necessità. E' Pallanzeno (foto) a pagare un prezzo altissimo, questa volta non solo per colpa del caso, ma di una burocrazia e di lungaggini che trattengono nei fondi delle casse i milioni di euro destinati alle difese spondali dell’abitato di Pallanzeno, dal 2006. Troppa acqua è corsa sotto il ponte che il sindaco Gianpaolo Blardone vuole allargare da anni: quello della Masone. «Il fiume trova un imbuto e torna indietro, non lavorano neanche tutte le arcate, almeno l’avessero pulito… Abbiamo la provinciale completamente allagata, siamo a mollo con tutta la parte bassa del paese, anche il cimitero è allagato, una signora ha dovuto salire ai piani superiori dell’abitazione». Un distastro annunciato: «Sapevo che sarebbe successo prima o poi, mai era capitato che piovesse così forte, adesso la Provincia ha dato incarico ad uno studio...». Anche lui parla poco, ha il suo bel daffare: il municipio è senza corrente elettrica da ieri sera e adesso per l’emergenza, tutto il paese è senza luce. La superstrada che lega l’intera provincia già dal pomeriggio di ieri, venerdì, era diventata un colabrodo, in particolare nei tratti dove il doppio senso di marcia è stato interrotto e le corsie si alternano a causa dei lavori. La SS 33 è stata chiusa ieri sera per la caduta di un albero all’altezza di Piedimulera. Grandi i danni nelle valli dell’Ossola, a partire dalla valle Formazza, da dove la sindaca, Bruna Papa, invita a non uscire di casa, e dove la strada è stata chiusa a Valdo. Parecchi gli smottamenti, sia per parte svizzera che italiana, sulla strada della Centovalli. Ferma la Vigezzina con alcune corse sospese già da ieri pomeriggio. Alberi caduti anche nel comune di Craveggia, sempre in Vigezzo, e problemi con la corrente elettrica.