Articolo

18 giugno 2015 SAN BERNARDINO V.

"Tiago, per vincere, ha bisogno di luce intorno a sé"

Cronaca

Dopo la festa a Bieno di domenica scorsa, la solidarietà verso la famiglia di Tiago, il bimbo di 4 anni colpita da leucemia prosegue. Un conto corrente, codice Iban IT91U0503545160271570662499. E di fronte a tanto affetto e generosità la mamma di Tiago ci ha fatto pervenire la lettera di ringraziamento inviata alla festa non potendo essere presente per assistere il figlio durante le terapie. Eccola di seguito: "Ciao a tutti, mi spiace molto non poter essere li con tutti voi oggi, ma sono giorni un po' difficili, i blocchi di terapie sono pesanti e ieri hanno deciso di ricoverare tiago perché stava davvero poco bene. Mi spiace che Tiago non possa essere li a prendersi tutto il Vs affetto...anche se forse, da buon orsetto, essere al centro dell'attenzione lo avrebbe imbarazzato un sacco! Mi spiace non poter essere li e non poter ringraziare di persona il sindaco e le associazioni del ns comune che hanno voluto starci vicini organizzando questo evento che ci ha commossi a partire dal nome: l'albero della vita di Tiago, un simbolo meraviglioso e pieno di significati fin dall'antichità! Mi spiace non poter ringraziare tutte le persone che hanno trasformato questo evento in una gara di solidarietà inaspettata e commovente...familiari, amici, compaesani, colleghi, conoscenti ma anche tantissime persone che non ci conoscono hanno voluto farci sentire la loro vicinanza e il loro affetto Quando la leucemia è entrata nelle ns vite, abbiamo scelto di prendere x mano tiago ed essere per lui i migliori genitori possibili in questo cammino; non è facile non lasciarsi avvolgere da paura, rabbia,sconforto...ma abbiamo sentito fin da subito che Tiago, per vincere, ha bisogno di luce intorno a sé, di sorrisi, di pensieri positivi, tiago ha bisogno che questo suo cammino sia un cammino di vita e non di malattia. Credo fortemente che noi vibriamo dell'energia di cui ci circondiamo. ..se diamo luce, riceveremo luce...per questo abbiamo scelto di non chiuderci nel nostro guscio, ma di aprirci al mondo, raccontando, spero in modo delicato, ciò che di positivo e bello riserva cmq un percorso come il ns, nonostante la fatica e la sofferenza; quello che abbiamo ricevuto e riceviamo é commovente e indescrivibile...candele accese per lui, preghiere, pensieri positivi, piccoli doni provenienti dai luoghi più importanti di diverse religioni, disegni messaggi, e iniziative, come questa e tante altre, di singoli e di associazioni...la luce intorno a lui é tanta, illumina il ns cammino, anche e soprattutto in periodi come questo, in cui l'impotenza di fronte al male che patisce e la paura del futuro rischiano di impossessarsi di noi. La leucemia di un figlio è una malattia che isola, i ricoveri sono frequenti e, anche quando si è a casa, non si possono avere contatti con le persone, soprattutto con i bambini; isola anche l'anima, perché per quanto tu possa condividere quello che stai vivendo, nessuno può comprendere fino in fondo...per questo motivo questo vortice di energia luminosa e positiva che é sorto intorno a Tiago e intorno a noi è ancora più meraviglioso, perché ci sentiamo accompagnati, sostenuti, incoraggiati a non mollare. Quello che sta accadendo intorno al nostro bimbo credo colpisca tutti...in un mondo dove si parla spesso di egoismo e superficialità, è una ventata di amore puro puro, è un fiume di energia, è affetto incondizionato....sapere che tutto questo è venuto a galla per tiago dà un senso profondo al suo cammino è riempie i nostri cuori di gratitudine e di luce. Grazie al sindaco e alla comunità di san Bernardino Verbano per l'albero della vita di Tiago. Grazie a tutti voi per averci preso per mano e per non lasciarci soli".