Articolo

03 ottobre 2020 ORNAVASSO Roberto Bioglio

La bassa Ossola isolata. Ci sono anche alcuni sfollati. Continuano gli interventi di Vigili del fuoco e Protezione civile

Cronaca Prima pagina

Nel Comune di Ornavasso il Toce è esondato nella notte a Migiandone. La frazione questa mattina risultava completamente isolata e non raggiungibile né da Ornavasso né da Anzola, con diverse abitazioni sott'acqua e il Comune non dispone di mezzi nautici o anfibi per raggiungere la frazione. Una squadra del Soccorso alpino ha raggiunto la frazione utilizzando i sentieri a monte. "Attualmente - spiega il sindaco di Ornavasso Filippo Cigala Fulgosi - ci sono due persone che hanno dovuto lasciare la loro abitazione. I Vigili del fuoco stanno cercando di raggiungere le abitazioni di alcuni anziani che risultano completamente isolat; le frazioni di Teglia e Loia non sono raggiungibili. Via Pietro Iorio, via Navett e via Menconi e parte bassa di via delle Gasse sono impraticabili a causa del livello acqua. Anche la strada del Boden è chiusa in vari punti con frane, smottamenti, alberi e  pali della luce e telefonici caduti. La situazione è resa ancora più caotica dalla scelta di Anas di chiudere l'unica strada percorribile che è la superstrada, ora stiamo intervenendo bloccando il traffico per evitare che le persone si riversino in paese rimanendo poi bloccate. Tutti coloro che si trovano nelle zone a rischio si rechino nei piani alti e tutti coloro che sono a rischio allagamenti stacchino dai locali interessati gli elettrodomestici dalle prese di corrente". Nel frattempo in paese c'è stata un'interruzione della rete del gas. "I tecnici - dice il sindaco - della Eon Rete Gas stanno cercando di individuare l'interruzione ma non sarà una cosa semplice visto che molte vie del paese sono completamente allagate e anche la corrente elettrica è soggetta ad interruzioni. A Migiandone è interrotta l'erogazione dell'acqua potabile; si è in attesa dell'intervento dei tecnici che dovranno salire alla presa in montagna. Ci sono dei grossi problemi anche ai servizi di rete mobile". 

Il fiume Toce è esondato a Mergozzo in vari punti del paese; a Candoglia i dati della stazione Arpa di Candoglia indicano che è stata superata la soglia di pericolo superando abbondantemente i 9 metri.  Ieri La zona del parcheggio delle Poste di Mergozzo è completamente dcon intervento posto i Vigili del fuoco del Comando di Verbania. Alcune auto sono rimaste bloccate e invase dall'acqua: impressionanti le immagini trasmesse da alcuni residenti sul sito Local team. 

L'esondazione del Toce ha riguardato anche il comune di Premosello, dove dopo una notte di piogge intense si fa il conto dei danni. Spiega il sindaco Giuseppe Monti: "Abbiamo una famiglia residente in via Sant'Agostino, composta da genitori con due bambini, che è stata sfollata. Attualmente sono stati ospitati presso il nuovo nucleo Rsa dove hanno potuto ricevere una stanza e avranno pasti caldi. Ci sono poi alcune famiglie isolate nella zona della Conad; siamo in contatto con loro tramite il telefono, per fortuna stanno tutti bene. In caso di necessità siamo pronti a rifornirli di generi alimentari utilizzando la barca della Protezione civile". Nelle scorse ore la Protezione civile comunale ha raggiunto un anziano allettato che era bloccato in casa: "E' stato soccorso e sta bene, lo stiamo assistendo con personale della Protezione civile". A destare grande preoccupazione è anche la sitazione del centro ippico Acero Rosso: "Abbiamo ricevuto poco fa una chiamata di allarme, ci sono 10-15 cavalli che rischiano di rimanere sott'acqua. Sono intervenuti i Vigili del fuoco ma il loro mezzo è rimasto bloccato a Cuzzago: "Siamo intervenuti con un trattore per cercare di sbloccare il mezzo dei pompieri" spiega ancora il sindaco.