Articolo

23 marzo 2016 VERBANIA p.s.

Pd, Marchionini: per il segretario serviva candidatura unitaria

Politica
"Ero per la candidatura unitaria soprattutto dato il minimo storico del partito che dovrà sicuramente farlo riflettere". A poche ore dall'assemblea del Pd verbanese che stasera, mercoledì, dovrà nominare il nuovo segretario il sindaco Silvia Marchionini si toglie qualche sassolino dalla scarpa. Di certo il nome uscito dal cilindro dei "saggi democratici" di unitario ha ben poco. Che Nicolò Scalfi sia uomo del partito più vicino a l'ex segretario e capogruppo Brezza e Lo Duca e all'ex sindaco Claudio Zanotti è cosa risaputa e che il sindaco avrebbe preferito qualcun altro pure. "Ora il PD verbanese deve lavorare per capire i motivi del calo degli iscritti - chiude Marchionini - serve una riflessione profonda". E' un documento chiaramente avverso alla giunta e al sindaco quello che dovrà essere approvato stasera. "Spero venga emendato - chiude il sindaco - altrimenti un partito che arriva con così pochi iscritti perde ogni sintonia con la città che ha dato un chiaro mandato a questa amministrazione. Alle proposte siamo da sempre aperti non ai cenacoli chiusi"