Aggiornato al 21 Maggio 2024

Vandali al Troca, parla il Tanza: “ragazzi basta”

«Messaggio del lunedì mattina: carissima amica che alle quattro di domenica mattina, con scatto felino ed agile mossa, degna di Lady Oscar, hai coperto con una maglia il registratore di cassa del privè del troca, per portarti via le chiavette ivi inserite, (chissà per farci cosa), sappi che gli inquirenti non brancolano nel buio, ma che c’è un bellissimo fermo immagine con la tua faccina… forse sarebbe meglio che le facessi ricomparire davanti alla porta del noto locale ai piedi del Calvario, prima che… grazie grazie».
Così scrive con un appello pubblico su Facebook pubblicato poche ore fa, Tiziano Tanzarella, per tutti “Il Tanza”, noto gestore della discoteca Trocadero (foto archivio) di Domodossola.
«E’ stato un gesto stupido – dice Tanza – quelle chiavette servono solo a noi per emettere gli scontrini e chiudere il registratore di cassa. Questi ragazzi non si rendono conto che così facendo si rovinano la vita, perché una denuncia penale li può portare, magari tra un paio d’anni, ad una condanna e alle fedina penale “sporcata” per tutta la vita».
Per il Tanza però questa è purtroppo “ordinaria amministrazione”: ogni settimana ci sono almeno un centinaio di euro di danni da pagare per atti vandalici. Lo sfogo del gestore del Trocadero sul prossimo numero di Eco Risveglio.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

IMG-20240518-WA0002