Aggiornato al 26 Maggio 2024

Cavo da 6mila volt resta scoperto

Una situazione di potenzialmente grave pericolo quella che si è venuta a creare venerdì 3 ottobre all’Isola Pescatori, più precisamente allo scalo riservato alla navigazione non di linea: un cavo dell’alta tensione che dalla terraferma fornisce energia all’isola risultava danneggiato e scoperto, in acqua, con una tensione accertata di circa 6mila volt. Per mettere in sicurezza il cavo sono intervenuti i tecnici dell’Enel mentre la Squadra nautica della Polizia di Stato ha interdetto la zona allo scalo dei battelli fino a quando, nel pomeriggio, il guasto è stato riparato e, non rappresentando più un pericolo per le persone o le imbarcazioni, il traffico è stato fatto riprendere normalmente.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

presentazione-iniziativa-spalloni-per-sito