Aggiornato al 27 Maggio 2024

Frontalieri, tra motonavi, traghetti e taxi boat

L’orologio del santuario segna le 5.16 mentre la motonave “Antares” svolge le manovre d’attracco al primo pontile del paese. Due gli addetti della navigazione impegnati nelle operazioni. Le luci dello scafo segnalano la presenza a bordo di pochi frontalieri, trenta quelli partiti da Verbania. Diverso invece per il tratto Intra-Laveno, preso letteralmente “d’assalto” da tantissime vetture in abbinata al normale traffico del mercato di mercoledi a Luino. Il primo cittadino di Verbania, Silvia Marchionini, si è presentato all’imbarco alle prime ore del giorno. La piazza di Cannobio è invece deserta. I primi frontalieri, una decina sono arrivati verso le 5.10. 12 euro il costo del biglietto sia da Cannobio che da Verbania “pensavo si potesse fare solo il biglietto di andata – commenta un frontaliere – oggi rientro con dei colleghi. Pero’ sono stato costretto a fare il biglietto a/r a 12 euro”. “Oggi prendo il trasbordo ma non credo di aderire al progetto di frontalieri con le ali – commenta Dalila Santimone di Cannobio – fortunatamente oggi ho un orario che mi permette di prendere questo servizio”, “facciamo anche questa esperienza, oggi prendo la motonave ma spero riapra presto la strada è molto piu’ comoda” commenta Fulvio Gentilini, frontaliere di Cannobio. Alle 7.25 un altro gruppetto di lavoratori frontalieri di Cannobio, una quarantina, a Brissago hanno “aggirato” la frana con il taxi boat di Cannobio sulla tratta, Cannobio-Piaggio autonomamente con orario idoneo per le loro attività
Costo 10 euro a/r. Alle 17.20 vi sarà il ritorno per Cannobio.
La strada dovrebbe riaprire oggi alle 16 e poi restare chiusa dalle 9 alle 16 per lavori.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

auto-cc-per-sito