Aggiornato al 22 Aprile 2024

Manca il numero legale per la variazione di bilancio su Casa Ceretti

Due consiglieri del Pd erano in vacanza, altri tre erano fuori per lavoro, la minoranza compatta ha lasciato l’aula ed è mancato il numero legale. Risultato? Il consiglio comunale di Verbania di ieri sera, martedì 30 settembre, si è interrotto intorno all’una di notte con un nulla di fatto per l’amministrazione: non è passata la variazione di bilancio che comprendeva anche lo stanziamento di 235mila euro per l’acquisto il prossimo anno di Casa Ceretti a Intra.

«Sapevo fin dall’inizio che c’erano consiglieri in vacanza o con impegni di lavoro – commenta il sindaco Silvia Marchionini – ma sinceramente non tocca a me tenere i numeri del consiglio, c’è un capogruppo del Pd e un segretario. Sarebbe comunque stato peggio se qualcuno non si fosse presentato per motivi politici ma non è andata così».

«I consiglieri del Pd mancavano fin dall’inizio (Gianluca Zappoli, Marinella Ferraris, Liliana Maglitto, Pier Giorgio Varini e Paola Ruffato) ma nonostante questo abbiamo comunque votato con la maggioranza per il bilancio consolidato – commenta Sara Bignardi del Fronte Nazionale -. Forse la sindaca si aspettava che saremmo rimasti in aula, garantendo il numero legale, anche per la variazione di Casa Ceretti ma era assolutamente impossibile farlo. Non possiamo essere la stampella di un Pd che non si presenta in consiglio su un punto così importante per il sindaco. C’è qualcosa che non va». Lunedì dovrebbe tornare a riunirsi il consiglio comunale.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

inaugurazione-radioterapia-verbania