Aggiornato al 15 Luglio 2024

Estorsione, un arresto a Domodossola

DOMODOSSOLA – Un uomo di 41 anni, cittadino italiano, è stato arrestato dagli agenti della Polizia di Stato mentre intascava una busta con dentro del denaro.
L’uomo si era presentato puntualissimo all’appuntamento nello spazio della Chiesa della Madonna della Neve a Domodossola sabato mattina, sicuro di prendere i soldi tanto che non aveva neppure spento il motore dell’auto.
Ed invece nel bel mezzo dello scambio è stato arresto dagli agenti della Polizia di Stato.
La somma di denaro pagata era di 500 euro in sei banconote preventivamente fotocopiate per un successivo riscontro e per questo l’uomo, di cui non vengono forniti altri indicazioni da parte delle forze dell’ordine, è stato arrestato.
Tutto era iniziato nel mese di giugno di quest’anno quando un piccolo imprenditore del settore edile riceveva una commessa per effettuare alcuni lavori nella villetta di un privato. A settembre i lavori erano terminati ma era cominciato il calvario dell’artigiano dato che A.A., pretendendo di avere svolto un ruolo decisivo nel fargli avere l’incarico, aveva cominciato ad esigere il pagamento di una somma di denaro quale corrispettivo del suo interessamento. Dapprima dovevano essere 300 euro, poi la richiesta era salita fino a 1.000, salvo raggiungere, infine, i 1.500 euro.
E non si trattava di semplici “solleciti”, ma di vere e proprie minacce esercitate con messaggi, testuali ed audio, sulla nota piattaforma di messaggistica istantanea “WhatsApp”. In alcuni, la vittima era minacciata nella persona (“se ti vedo in giro ti faccio male…”) in altri, oggetto della ritorsione del “mediatore” erano i beni dell’imprenditore (“domani ti metto a fuoco la macchina…”).
Dopo la denuncia, sporta presso il Commissariato di Domodossola, l’appostamento e la trappola.
A.A., con precedenti di Polizia per i reati di lesioni personali e danneggiamento, veniva arrestato e deferito all’A.G. per il reato di estorsione. L’uomo adesso è ristretto presso la Casa Circondariale di Verbania in attesa di giudizio.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

pressentazione-eventi-estivi-arona-1
fonti-bognanco