Aggiornato al 16 Giugno 2024

Resiste ai Vigili del fuoco e alla Polizia ma poi viene arrestato. Il 45enne un volto già noto alle forze dell’ordine

Barricato in casa con i Vigili del fuoco alla finestra, e la Polizia a tentare di arrestarlo. E’ quanto successo nei giorni scorsi a Crevoladossola dove un cittadino, già noto alle forze dell’ordine, di circa 45 anni è stato tratto in arresto dalla Polizia. L’uomo, già denunciato per stalking, era sottoposto a misura cautelare col divieto di avvicinare la vittima, ma mercoledì l’altro si era recato presso l’abitazione della donna dove trovando il padre, l’aveva aggredito con un tubolare di ferro, spaccandogli le costole, il labbro, e altre lesioni guaribili in 30 giorni. La Polizia, quindi, una volta ricevuta dall’autorità giudiziaria l’ordinanza di custodia cautelare, dopo giorni di appostamenti, con l’aiuto dei Vigili del fuoco, ha tentato l’ingresso nell’abitazione di proprietà del 45enne. L’uomo però asserragliato all’interno, avrebbe opposto resistenza: avrebbe spalancato la finestra scuotendo l’autoscala su cui stava il vigile del fuoco, a 10 metri d’altezza, che solo grazie alla sua agilità è riuscito a non precipitare. Poi, sempre secondo quanto appreso dalle forze dell’ordine, l’uomo avrebbe minacciato di ammazzare chi avesse provato ad entrare in casa sua. Nel frattempo i Vigili del fuoco forzavano la porta blindata, ma il 45enne con un’ascia si sarebbe scagliato contro gli operatori di Polizia e i Vigili del fuoco, che avrebbero risposto con uno spray urticante. Una volta ripreso, il 45enne avrebbe tentato la fuga lanciandosi dal balcone e atterrando nel prato sottostante finendo ammanettato dai poliziotti.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

giugno-domese