Aggiornato al 23 Aprile 2024

I Carabinieri, in collaborazione con il Comune di Verbania e le farmacie, hanno ideato un opuscolo contro le truffe

Le truffe sono uno dei reati più diffusi in provincia con oltre un centinaio di denunce all’anno; quelle online, poi, vedono il Verbano Cusio Ossola ai primi posti delle classifiche regionali e nazionali come incidenza in rapporto ai residenti. Anche per questo motivo fin dal suo insediamento come comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri, il colonnello Domenico Baldassarre ha voluto insistere molto sulle strategie per contrastare questa vera e propria piaga che colpisce le fasce più deboli della popolazione, soprattutto gli anziani. «Gli over 65 secondo le statistiche – spiega il comandante – sono il 30% della popolazione e diventano spesso facile preda dei truffatori; spesso le vittime non denunciano o lo fanno giorni dopo, invece è importante agire con tempestività». Anche per questo motivo l’Arma ha deciso, con la collaborazione del Comune di Verbania, di dare alle stampe degli opuscoli per aiutare le persone a difendersi dai truffatori. Il progetto è stato presentato lunedì 13 marzo a Villa Giulia alla presenza della sindaca di Verbania Silvia Marchionini, del comandante della stazione di Verbania, il capitano Luca Geminale, dello stesso comandante Baldassarre, della vicesindaca e assessora ai Servizi sociali Marinella Franzetti e del presidente dell’Ordine dei farmacisti del Vco Cesare Lapidari. Saranno infatti le farmacie di Verbania a distribuire questi “vademecum” agli anziani; l’obiettivo è di estendere poi il progetto anche ad altri Comuni del Vco. «Abbiamo pensato – ha spiegato Baldassarre – a come raggiungere gli anziani, che sono spesso soli; le farmacie, così come bar e circoli, sono un luogo frequentato dalla terza età». La maggior parte dei truffatori che opera nel Vco arriva da fuori provincia e spesso raggiunge la nostra provincia in treno: «Denunciare subito è fondamentale» conclude Baldassarre.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

tir-bloccato-in-centro-a-domo-1