Aggiornato al 23 Aprile 2024

La Domenica delle Palme di don Renato Sacco in Ucraina. Il racconto

E’ stata una Domenica delle Palme diversa quella del 2 aprile vissuta da don Renato Sacco, parroco di Cesara e consigliere nazionale di Pax Christi, trascorsa in Ucraina. Venerdì 31 marzo è partito alla volta di Chisinặu, in Moldavia, con un gruppo di amici provenienti da tutta Italia, alcuni di Pax Christi, per unirsi poi alla quinta Carovana della pace “Stop the war now”. Quest’ultima ha intrapreso il viaggio da Padova già giovedì, da dove sono partiti una trentina di pulmini con volontari di diverse organizzazioni della società civile di tutta Italia, generatori di corrente elettrica e numerosi aiuti umanitari. In tutto sabato a Odessa si sono riuniti circa 150 volontari, con generi di prima necessità da distribuire alle popolazioni locali. «Ci siamo ritrovati a Odessa la mattina di sabato – racconta don Sacco – dove poi nel primo pomeriggio abbiamo consegnato all’ospedale pediatrico un grande generatore di corrente acquistato con il contributo della diocesi di Bologna e le donazioni di tantissime persone. Lì non sono state fatte riprese né tantomeno fotografie perché è un obiettivo sensibile, ma non siamo nemmeno entrati nei reparti per rispetto ai pazienti ricoverati e alle loro famiglie». Poi la Carovana si è spostata alla volta di Mykolaiv, «dove non è mai andato nessuno – spiega don Renato – se non i rappresentanti della Carovana di pace e dove nel 2022, all’inizio della guerra, era stata bombardata pesantemente. Lì non c’è una fabbrica che funzioni e la gente vive degli aiuti che vengono consegnati. L’ospitalità che ci è stata riservata è stata commovente, abbiamo trascorso due notti in un centro adibito ad accoglienza e la popolazione si è data davvero da fare per ospitarci in 150». (Articolo completo su Eco Risveglio in edicola)

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

tir-bloccato-in-centro-a-domo-1