Aggiornato al 13 Giugno 2024

E’ morto Alessandro “Ale” Dal Piva, aveva 46 anni. Tante le iniziative nel suo nome

Le comunità di Verbania, Gravellona Toce e Omegna piangono l’improvvisa scomparsa di Alessandro Dal Piva, per tutti Ale, morto ieri, mercoledì, a 46 anni. Alessandro aveva scoperto di essere malato solo alla fine dell’estate scorsa: tutto era iniziato dopo una caduta e un colpo preso alla spalla, poi un dolore al braccio che non passava. Gli esami e gli approfondimenti avevano fatto emergere una verità difficile da accettare: si trattava di Sla (Sclerosi laterale amiotrofica), in una forma molto aggressiva e per cui anche la ricerca (che negli ultimi anni ha fatto passi da gigante) ha potuto fare poco. «Ale – ricorda l’amico di sempre Davide Lo Duca – aveva iniziato il suo percorso con il solito piglio ironico che lo contraddistingueva». Ieri, martedì, è arrivato l’epilogo, forse inatteso: il 46enne se n’è andato nel sonno mentre si trovava ricoverato alla Sacra Famiglia per un ciclo di fisioterapia. Negli ultimi mesi la comunità si era mobilitata per lui: una serata organizzata al Kantiere di Possaccio, lo Spring Fest for Ale, aveva attirato una valanga di gente e aveva consentito di raccogliere oltre 8.500 euro per l’Ursla di Novara, un’associazione che da sempre si occupa di ricerca e assistenza ai malati. Anche il Corso di Corsa di Verbania, che solo un paio di settimane fa aveva organizzato il Giro delle Contrade, aveva destinato 4mila euro alla stessa associazione in sostegno di Ale. Lo piangono i tanti amici che lo hanno conosciuto, i colleghi della cooperativa sociale “Il Sogno” per la quale lavorava da qualche anno, occupandosi del trasporto di materiale biologico per conto dell’Asl Vco. Ed aprirà  dalle 14 alle 19 di oggi, mercoledì, alla Sacra Famiglia di Verbania la camera ardente. Stasera ci sarà la recita del rosario nella chiesa di Crusinallo (Omegna) alle 20.30, dove domani alle 16 verrà celebrato il funerale. 

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

albertella