Aggiornato al 17 Aprile 2024

Al Giardino botanico Alpinia presentato lo “Stresa Festival 2023”

Il Giardino botanico Alpinia sulle alture di Stresa e ai piedi del Mottarone ha uno splendido belvedere che si affaccia sulle isole borromee. Proprio in una location unica che tutto il mondo invidia, oggi, mercoledì, è stata presentata l’edizione 2023, che si svolgerà dal 14 luglio all’8 settembre, dello “Stresa Festival” che da 62 anni delizia l’estate del Lago Maggiore. Presenti all’evento il presidente dello Stresa Festival, Giancarlo Belloni, che ha anticipato che sarà un Festival ricco di novità. «Una di queste è che il Festival andrà in altri paesi, a Orta San Giulio e alla sua isola, a Lesa, a Santa Caterina del Sasso e a Verbania». Ma non è tutto. Il direttore artistico, Mario Brunello, ha fatto un focus su quello che deve essere il Festival, ovvero che la natura deve far parte della musica e il trovarsi immersi proprio nella natura del Giardino Alpinia ha fatto sì che l’ “assaggio musicale” regalato ai presenti dal maestro Brunello con l’esecuzione de “La Ciaccona” di Bach sia stato vissuto ancora più intensamente. «Non voglio raccontarvi tutto il programma – ha poi spiegato Brunello – ma non posso dimenticare di ringraziare per il lavoro che stanno svolgendo i ragazzi dello Stresa Young, e ricordare la serata di Orta con l’esecuzione di una parte del Rigoletto, dapprima nel giardino del palazzo comunale e poi all’isola di San Giulio. Vorrei anche ricordare “La Catapulta”, che ci ha regalato Michele De Lucchi, una camera acustica all’aperto dove i musicisti sono protetti. Ricordo anche luoghi nuovi come la ditta tessile di Lesa, il Museo del Paesaggio e altri. Questo è il mio terzo Festival, un Festival che pian piano sta prendendo la forma che vorrei, ovvero tanti piccoli mini Festival». Per il programma completo e le informazioni sull’acquisto dei biglietti è possibile consultare il sito www.stresafestival.eu.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

intervento-vigili-del-fuoco-per-sito