Aggiornato al 21 Febbraio 2024

Impianto a biogas a Cuzzago, parla l’ex sindaco Giuseppe Monti: «Sono contrario»

«Come sindaco non ho mai assunto impegni inderogabili sull’impianto di Cuzzago. Nel 2019, come dimostrano gli atti, era iniziato un dialogo con Con.Ser.Vco per l’ex Poligono militare, dialogo che non si è mai concretizzato fino a che il sottoscritto è rimasto sindaco». Lo sostiene l’ex primo cittadino di Premosello, Giuseppe Monti, intervenuto questa mattina con una conferenza stampa sul caso dell’impianto a biogas che dovrebbe essere costruito a Cuzzago e contro cui di recente è anche nato un movimento di cittadini costituitosi in Comitato. Monti, che spiega di essere sempre stato favorevole ad impianti per la valorizzazione dei rifiuti purché in siti idonei e valutati a priori, spiega che nelle lettere del 2020 con Con.Ser.Vco era solo iniziata una trattativa: «Dopo una prima proposta di Con.Ser.Vco per l’acquisto di 3,50 euro al mq e una royalty di circa 45mila euro l’anno per un periodo da definire, avevo risposto chiedendo 10 euro al mq e una royalty annua di 60mila euro. La risposta di Con.Ser.Vco che accettava solo la proposta di 10 euro al mq e non la royalty arrivò il 22 dicembre, ma io ero già stato sospeso dal prefetto il 26 novembre 2020». In seguito il commissario prefettizio incontrò Con.Ser.Vco il 12 aprile 2021, confermando l’8 luglio la volontà di procedere alla cessione delle aree terminata la procedura di acquisizione delle stesse dal Demanio. Secondo la cronistoria di Monti, l’amministrazione Fovanna si insediò ad ottobre 2021; ad agosto 2022 il sindaco in una nota all’Agenzia del Demanio scrisse dell’intenzione di vendere parte dell’area dell’ex poligono usando le entrate per ridurre il debito dell’ente e confermando il valore commerciale di 10 euro al mq. «Questa maggioranza – conclude Monti –  non era sicuramente obbligata a proseguire sugli intenti indicati nella mia lettera del giugno 2020, in quanto non venne mai perfezionato nessun accordo scritto che vincolava una delle due parti. Non so se questa maggioranza era obbligata a proseguire con quanto deciso dal commissario prefettizio, in quanto non ho elementi sufficienti per poterlo affermare. Da privato cittadino posso solo dire che come residente a Cuzzago sono contrario alla realizzazione del nuovo impianto di biogas perché non in possesso di elementi tecnici tali da farmi propendere per un sì». 

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

drone
andrea-amabile