Aggiornato al 18 Luglio 2024

I carabinieri denunciano due pregiudicati

Un uomo di 39 anni ed una donna 40enne di origini rumene, residenti anagraficamente in Umbria, entrambi con precedenti per reati contro il patrimonio, sono stati denunciati per furto in abitazione ed indebito utilizzo di strumenti di pagamento. A procedere alla loro denuncia sono stati i Carabinieri della Compagnia di Domodossola. La vittima del furto è un 80enne della bassa Ossola, che a luglio era stato avvicinato dalla donna che raggirandolo era riuscita ad introdursi nella sua abitazione. Una volta lì, la 40enne era riuscita a distrarre l’anziano per poi frugare tra le sue cose, fino ad impossessarsi del bancomat che l’uomo custodiva, insieme al codice pin, all’interno di un borsello. Dopodiché venivano effettuati alcuni prelievi per un totale di 600 euro. Allertati dalla vittima accortasi di quanto accaduto, i carabinieri della Stazione di Villadossola hanno avviato le indagini. «I militari appuravano che i prelievi di contante – hanno fatto sapere dall’Arma – erano stati effettuati nel bancomat dell’ufficio postale di Ornavasso e nell’occasione acquisivano le immagini di videosorveglianza constatando che il prelievo fraudolento era stato effettuato da un uomo e una donna, e quest’ultima corrispondeva alla descrizione della persona che era entrata in casa della vittima». Qualche settimana dopo una pattuglia dei carabinieri di Crodo durante un servizio è entrata in un bar di Ornavasso, identificando una coppia di cittadini rumeni, «risultati gravati da numerosi precedenti per reati contro il patrimonio – hanno fatto sapere ancora i Carabinieri – che viaggiava a bordo di una vettura intestata ad un prestanome italiano residente in Umbria». Insospettiti della loro presenza, i militari hanno controllato gli schedari dei soggetti da ricercare autori di reati, verificando che proprio gli stessi corrispondevano per età e tratti somatici a quelli indicati dai colleghi di Villadossola. «Un’ulteriore verifica sull’auto su cui viaggiavano – hanno aggiunto dall’Arma – permetteva di appurare come il giorno del furto e del prelievo fraudolento, la vettura era transitata nei pressi del bancomat di Ornavasso, in orario compatibile con il prelievo stesso. Inoltre la coppia ritratta dalle immagini dell’ufficio postale era praticamente identica all’uomo e alla donna identificati a Crodo dai carabinieri, i quali riuscivano a scattare alcune foto all’uscita dal bar, appurando quale fosse l’auto su cui viaggiavano». A seguito di tutto ciò, i carabinieri di Villadossola hanno denunciato per furto in abitazione e utilizzo indebito di strumenti di pagamento diversi dai contanti, la coppia di cittadini rumeni e, vista la loro presenza sul territorio del Vco, sono in corso ulteriori «accertamenti per verificare se i due abbiano commesso altri reati in zona».

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

IMG-FALL
santanche-1