Aggiornato al 17 Aprile 2024

E’ morto Germano Bendotti, aveva 62 anni. Lunedì i funerali

Se n’è andato dopo una breve malattia, Germano Bendotti, 62 anni. «Puro e ostinato, impegnato e leale. Metti il fazzoletto verde…». E’ Michele Marinello il primo a ricordarlo sul web. Germano Bendotti è stato rappresentante della Lega a Crevoladossola in seno al consiglio comunale per anni, poi nella Comunità montana, assessore in Provincia. Se ne andò a lavorare in Africa, intorno al 2009. L’ultima intervista che aveva rilasciato ad Eco Risveglio, era del 2020. Si trovava in Ghana parlava del Coronavirus, «Qui sono molto pratici poiché abituati ad uno tsunami di virus letali oltre la malaria che falcidia ogni anno». Si scriveva che fosse l’unico leghista ad aver rubato il lavoro agli africani, lui ne rideva. Schietto, senza falsi moralismi, l’avevamo intervistato nel 2013 per un breve ritorno a Crevoladossola, gli chiedevamo come si trovasse in Angola: «Benone, C’è il buono e il cattivo come dappertutto. Vivono in un mondo assurdo e affascinante, conoscono ancora l’arte dell’arrangiarsi. Si industriano, ad esempio, a saldare, a costruire, con quello che hanno. Un’inventiva che anche noi dovremmo riscoprire». Era questo il suo motto: fare del proprio meglio con quello che si ha. E poi Bendo, perché così lo chiamavano tutti, che diceva: «Qui sono più leghisti di noi, si vede che ci tengono alla loro terra». E salutava chi lo seguiva sui social, al mattino, scrivendo “Buongiorno mondo”. Lui, leghista della prima ora, che del mondo aveva fatto la sua patria. Il funerale sarà celebrato lunedì alle 10.30 nella chiesa parrocchiale di Crevoladossola. 

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

intervento-vigili-del-fuoco-per-sito