Aggiornato al 15 Luglio 2024

Controlli ai confini, risultati in crescita grazie alla Finanza e all’Agenzia delle dogane

Il comando provinciale della Guardia di finanza, insieme all’Agenzia delle dogane, ha stilato il bilancio del 2024 sul fronte del contrasto ai traffici illeciti lungo i confini del Vco. Orologi preziosi, gioielli, borse e pelletteria di lusso sequestrati, oltre a 2 milioni e 300mila euro di valuta non dichiarata intercettata. E’ questo il frutto dell’incremento dei controlli ai valichi che hanno visto la redazione di 117 verbali per violazione della normativa valutaria. «Per otto viaggiatori si è proceduto al sequestro per un importo di quasi 400mila euro e nei restanti 109 casi i viaggiatori hanno versato oltre 47mila euro per oblazione. Supera i due milioni di euro il valore degli orologi preziosi non dichiarati e ammonta ad oltre 100mila quello dei gioielli e della pelletteria di lusso. «Tutti beni che i viaggiatori hanno occultato in maniera, anche curiosa, ai controlli doganali – fanno sapere dalla Finanza -. Come nel caso di una garanzia di un orologio appena acquistato abilmente, nascosta in un guanto da sci».

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

pressentazione-eventi-estivi-arona-1
fonti-bognanco