Aggiornato al 19 Aprile 2024

All’esame per la patente di guida con un auricolare per i suggerimenti esterni

La Polizia stradale di Verbania, grazie alla collaborazione con la Motorizzazione, ha deferito all’autorità giudiziaria un cittadino egiziano, residente in provincia di Lodi, per il tentativo, in concorso con altre persone che al momento risultano ignote, di superare l’esame per l’ottenimento della patente di guida attraverso l’aiuto di suggeritori esterni. «L’uomo – hanno fatto sapere dalla Questura – già noto alle forze dell’ordine per aver tentato di conseguire la patente in maniera fraudolenta in una precedente sessione d’esame, prima dell’inizio della prova ha rassicurato gli agenti della Stradale sostenendo di non occultare alcuna strumentazione e di essere in possesso di due apparecchi cellulari dei quali comunicava numero Imei». Ma una volta iniziato l’esame, i gesti del candidato, che continuava a portare la mano all’altezza dell’orecchio, hanno insospettito un funzionario della Motorizzazione, che ha allertato i poliziotti presenti sul posto. Una volta finita la prova, l’uomo è stato invitato a consegnare il telefono che non aveva precedentemente lasciato al funzionario della Motorizzazione in quanto, a suo dire, era scarico e spento. Ma l’apparecchio, oltre ad essere acceso, aveva una chiamata in corso. «Durante la perquisizione personale – hanno aggiunto ancora dalla Questura – l’uomo con un gesto rapido ha messo in bocca un piccolissimo oggetto, poi rivelatosi un auricolare identico a quello rinvenuto nella tasca del giubbotto dell’uomo. A quel punto i dispositivi elettronici rinvenuti sono stati sequestrati».

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

funerale-roberto-fantone