Articolo

19 dicembre 2015 VERBANIA

Veneto Banca, verso il sì alla Spa

Cronaca
Dopo cinque ore di assemblea nella tensostruttura di Volpago del Montello (Tv) l’assemblea straordinaria dei soci di Veneto Banca (che ha assorbito negli anni Duemila la Banca popolare di Intre e che è particolarmente radicata nel Vco e Novarese) ha dato il via libera con il 97 per cento dei voti alla trasformazione della popolare in Spa. Circa 10.900, di cui 5.600 per delega, i presenti chiamati a votare sulla trasformazione da popolare in Spa, l’aumento da un miliardo di euro e la quotazione in Borsa. Dopo gli interventi del mattino del presidente e del direttore e di una settantina di soci il clima appare positivo e indirizzato verso il via libera. Anche perché l'alternativa è il commissariamento e il rischio è quello in tal caso di un'aggregazione forzata o del "bail in" stile Banca Etruria. Perciò le contestazioni sono state contenute. Sulla stessa linea il sindaco di Verbania che ha voluto partecipare e intervenire all'assemblea. "La costituzione in Spa, afferma Silvia Marchionini, è l'unica via percorribile per cominciare nell’opera di risanamento della Banca e per allontanare il Commissariamento, che aprirebbe ulteriori pesanti situazioni verso il fallimento della Banca".