Articolo

18 maggio 2020 DOMODOSSOLA Arianna Parsi

«Stradale, le risorse di Verbania vadano a Domodossola». Lo chiede il sindaco Lucio Pizzi

Cronaca Prima pagina

Che le risorse destinate alla Polizia stradale di Verbania, vadano a Domodossola. Torna a prendere carta e penna il primo cittadino di Domodossola, Lucio Pizzi, per scongiurare la chiusura del distaccamento della Stradale della città. Più volte, nel corso degli ultimi anni, si era affacciata questa possibilità, sempre osteggiata dalla comunità locale, ma che aveva portato ad un impoverimento del distaccamento con la diminuzione costante degli agenti a disposizione. Oggi il sindaco scrive al presidente della Regione, Alberto Cirio, e al ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese. «E’ infondata ogni argomentazione a sostegno della chiusura del distaccamento, da quella relativa ai costi di gestione dell’immobile, poiché la caserma continuerebbe ad essere utilizzata dalla Polizia di frontiera, a quella dei limitati numeri di pattugliamento, determinati da un lento dissanguamento del personale». Ma c’è di più: «La chiusura del distaccamento – scrive Pizzi – non sarebbe affatto compensata da un contestuale rafforzamento della Polizia stradale di Verbania poiché le pattuglie interverrebbero solo in caso di urgente necessità, privando il nostro territorio di ogni azione preventiva». Di qui l’appello per «riservare al distaccamento di Domodossola parte delle risorse umane destinate alla Stradale di Verbania, 13 agenti, stabilizzando così definitivamente il servizio sul territorio ossolano».