Aggiornato al 14 Aprile 2024

Salvati 36 scout dalle acque in Anzasca

Trentasei scout di Saronno (VA) sono stati soccorsi nella mattinata di ieri presso la località Bocchetto nel comune di Bannio Anzino. Sono stati sorpresi dall’ingrossamento del vicino rio Olocchia che, a causa di un forte temporale è diventato impraticabile, intrappolando i ragazzi sul posto; da qui la richiesta di aiuto lanciata dagli scouts.
Dopo una notte “insonne” – spiega un comunicato del comando Gdf di Verbania – trascorsa nelle loro tende flagellate dalle copiose piogge cadute ininterrottamente, i responsabili dei ragazzi, spaventati dalla situazione che era divenuta estremamente pericolosa per l’incolumità degli stessi, hanno contattato il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza della Stazione di Macugnaga. Appena allertati, cinque finanzieri hanno raggiunto la sponda opposta a quella, dove erano bloccati i malcapitati, a questo punto, dopo aver guadato con estrema difficoltà il Rio, che, in considerazione dell’eccezionale portata si era trasformato in un vero e proprio fiume, hanno predisposto una teleferica per l’attraversamento del corso d’acqua.
Uno per volta, nell’arco di un paio d’ore, tutti i 36 scout sono stati tratti in salvo e trasportati presso la Palestra del Comune di Bannio Anzino (VB), per essere rifocillati e riscaldati.
Il capogruppo dell’Agesci di Saronno, Simone Galli, precisa però che non vi è stata alcuna emergenza: “I capi, constatando il perdurare delle pioggie senza aspettare il verificarsi dell’emergenza hanno “motu proprio” allertato il sindaco di Bannio. E’ stato percio’ concordato un intervento di sgombero preventivo e non emergenziale, nessun ragazzo era in ipotermia e che stanno tutti bene”.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

biblioteca-domo