Aggiornato al 22 Aprile 2024

Preso il rapinatore del pizzaiolo

Era la notte tra il 14 e il 15 agosto quando assieme a un complice aveva rapinato la pizzeria di piazza Salera. I due avevano asportato alcune bottiglie di vino e di birra e poi, per poter fuggire, uno di loro, M.M., cittadino marocchino del 1990 residente a Novara, si era avventato contro il titolare dell’esercizio, un uomo egiziano che vive a Omegna, spaccandogli la testa con una delle bottiglie appena sottratte. Per il commerciante, molto spaventato da quanto accaduto, si era resa necessaria la sutura alla testa e ulteriori cure prestate dai medici dell’ospedale Madonna del Popolo. E sono stati gli uomini della Squadra volanti del commissariato di Omegna, alla direttive del commissario capo Cristiano D’Attino, a raccogliere una serie di testimonianze di chi aveva assistito alla rapina, grazie alle quali sono poi riusciti a rintracciare l’aggressore del pizzaiolo.
Il 23enne è risultato essere un pluripregiudicato per reati contro la persona e il patrimonio, commessi in diverse città del nord Italia, nonché autore anche di altre rapine a Novara e Busto Arsizio.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

inaugurazione-radioterapia-verbania