Aggiornato al 18 Aprile 2024

Addio a Palamara, patron di Vercelli Tutto frutta

Oggi alle 16, alla chiesa della Cappuccina Domodossola darà l’addio ad Andrea Giovanni Palamara, noto gestore del negozio “Vercelli Tutto frutta”. Palamara aveva 82 anni, era nato a Domodossola nel 1931, ed era figlio di Gerolamo Palamara, il decano degli immigrati calabresi della Cappuccina cui la città da anni dovrebbe dedicare una via. “Sono stato garzone prima che padrone”: era la frase che amava ripetere Andrea Giovanni, una vita dedicata al lavoro prima in bottega dal signor Nino Vercelli poi, dal 1968, come imprenditore in compagnia di altri due soci. Nel 1972 rilevò totalmente l’attività, che fino al 1976 era nella sede storica del piano terreno di Palazzo San Francesco. Subito dopo l’attività si spostò in via Piemontesi, dove Palamara aveva anche l’abitazione. I suoi capisaldi erano il lavoro e la famiglia: ogni mattina alle 5 era già al lavoro, fino alle 20.30 di ogni sera.
Fino a che la salute glielo ha consentito ha lavorato a fianco del figlio Gerolamo detto Mino, che ha ereditato l’attività. Negli ultimi due anni, anche se costretto per dei problemi alle gambe su una sedia a rotelle, aveva proseguito a dare una mano nel negozio, che era tutta la sua vita. Lascia la moglie Giselda, i figli Mino, Alessandro, Viviana e i nipoti Stefania, Roberto, Arianna, David, Sofia e Andrea, chiamato così perché nato lo stesso giorno del nonno.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

IMG-FALL
longoborghini-per-sito