Aggiornato al 18 Luglio 2024

“Non sono un pirata, mi sono addormentato”

“Non è vero che sono scappato né tanto meno che fossi ubriaco”. Così il frontaliere che sabato scorso ha causato due incidenti a Domodossola scegli di dare la propria versione.
“Mi ricordo che stavo percorrendo la via Monte Grappa poi improvvisamente sono finito contro una Panda parcheggiata. Perdevo sangue per la botta ricevuto e non riuscivo a trovare il telefonino. Quello che ho fatto è stato di mettere un recapito telefonico sull’auto e poi sono andato verso casa. Arrivato vicino ai vigili del fuoco ho un altro buco nero e non ricordo più nulla se non quello di essermi svegliato contro il guard rail della rotonda. Sono andato a casa, avevo un mal di testa e perdevo anche sangue dal naso. Verso le ore 9 mi sono recato io in polizia per dire quello che mi era capitato. Ho anche chiesto se dovevo andare in ospedale per fare delle analisi per dimostrare di essere sobrio. Mi hanno detto che non era necessario. Ho subito contattato Il proprietario della Fiat Panda per pagare i danni come quelli causati sulla rotonda. Non ero ubriaco e non sono un pirata, ma semplicemente ho avuto due colpi di sonno”.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

IMG-FALL
santanche-1