Aggiornato al 30 Maggio 2024

Soccorso alpino, inverno tra infortuni e valanghe

Ecco il bilancio invernale del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza (Sagf) delle Stazioni di Domodossola e Macugnaga.

“Gli interventi di soccorso in montagna – scrivono dal Comando provinciale delle FIamme Gialle – hanno permesso complessivamente il recupero di tre persone infortunate nel territorio del Comune di Montecrestese e nelle piste da sci site in località Belvedere e Monte Moro, ed il recupero della salma di un cittadino tedesco disperso dal mese di maggio 2013 nei boschi tra Trarego Viggiona e Cannero.

Anche a causa delle notevoli precipitazioni nevose, non sono mancati gli interventi di soccorso in valanga. In questo caso gli uomini e le unità cinofile del Sagf di Domodossola e Macugnaga sono stati impiegati in cinque occasioni. Nel primo intervento, avvenuto all’Alpe Ciamporino nel Comune di Varzo, è stato recuperato sotto la spessa coltre di neve un quarantenne varesino, ancora in vita al momento del disseppellimento, che purtroppo, a causa delle gravi condizioni fisiche, è successivamente deceduto in ospedale.

In altre quattro occasioni invece l’intervento è stato richiesto per la “bonifica” di alcune valanghe abbattutesi nei territori dei Comuni di Baceno, Formazza e Macugnaga.

Tutte le operazioni di soccorso in montagna ed in valanga si sono svolte in stretta collaborazione con gli uomini delle Stazioni della X Delegazione Valdossola del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico (Cnsas)”.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

IMG-FALL