Aggiornato al 20 Maggio 2024

Pesci, streghe e ricette anarchiche

Giornata dedicata soprattutto ai bambini, quella di oggi, giovedì 1 maggio, alla Fabbrica di Carta di Villadossola: trentuno piccoli pescatori hanno ‘invaso’ un tratto del torrente Ovesca, dove si sono cimentati con canne da pesca, esche e mulinelli. Nonostante un consistente rilascio di trote (120 kg), il ‘bottino’ dei piccoli Sampei è stato assai magro (ma neanche i ‘maestri’ sono riusciti a prendere le trote!). Esperienza comunque positiva e divertente, con premiazione finale alla Fabbrica, con foto e gadgets per tutti.
Un ricco programma di eventi e presentazione di libri si è svolto, come di consueto, nelle sale al primo piano del centro culturale.

IL PESCE… IN LABORATORIO
Uno spazio pensato sempre per i bambini nella sala dedicata ai libri sui pesci: attraverso alcuni microscopi i ricercatori della Casa del Lago e di Acquamondo hanno fatto scoprire i tesori nascosti nell’acqua.

PUNTO A CAPO. VOLTARE PAGINA di Nerino Luciano Casetta
Nato a Rovigo, trasferitosi a Beregazzo, sul lago di Como, e poi a Cinisello Balsamo, l’autore racconta dei cambiamenti avvenuti nella sua vita, soprattutto nel campo della politica, perché “una volta comunisti non si può più tornare indietro”. Un libro che auspica il ritorno agli antichi ideali del partito.

LA STREGA DI BOSCOFATATO di Paolo Petrini e Stefano Zecconi
Ci sono tanti modi per raccontare una fiaba: a volte basta cambiare il punto di vista e la storia prende tutta un’altra piega. Lo fanno i due autori in un libro che si ispira alla storia di Hansel e Gretel.

I RAGAZZI DI PADRE VALSESIA di Benito Mazzi
Giunto a Re nel 1958 per un periodo di convalescenza, padre Gianfranco Valsesia vi é rimasto per 55 anni, diventando una figura di riferimento per i giovani e per gli adulti.
Benito Mazzi ne ricostruisce la vita, legata per tre anni all’associazione sportiva ‘Freccia Azzurra’, cui sono dedicati alcuni capitoli del libro. “Scrivere la storia di padre Valsesia é stato ripensare e scrivere anche 32 anni della mia vita”, ha raccontato Mazzi, originario di Re.

PREMIO INTERNAZIONALE ANDREA TESTORE – PLINIO MARTINI
Quinta edizione per il premio “Salviamo la montagna”, indetto dal Comune di Toceno per incentivarne la difesa. La novità del 2014 é l’apertura del premio al Canton Ticino: promotore di questa nuova edizione é infatti la Fondazione Valle Bavona di Carvegno (Svizzera) con la collaborazione dei Comuni di Toceno, Cevio e Lavizzara. Quattro le sezioni previste: narrativa, giornalismo, poesia, emigrazione. Premiazione il 4 ottobre a Carvegno. Per informazioni www.ilrossoeilblu.it

RICETTE (ANARCHICHE) di Giorgio Rava
Un ricettario che non si inchina di fronte ad alcuna autorità, una cucina creativa realizzata con una base tradizionale: é quanto proposto da Rava in un piacevole libretto, in cui ha raccolto le ricette di una vita. In esso riaffiorano le radici di Rava: il risotto alla milanese cucinato dalla nonna lombarda, i cappelletti della nonna romagnola, le minestre fatte con le erbe dei prati e le saracche del nonno repubblicano.
Un inno alla buona cucina e alla buona compagnia!

L’ACQUA GAZOSA di Giancarlo Castellano e Paolo Volorio
Raccontare la storia delle fonti Bognanco è raccontare la storia della sua gente. Nel 1863, quando a Bognanco si arrivava solo a piedi, Bognanco aveva 1800 abitanti, che erano tanti, in confronto ai 3mila di Domodossola. Oggi di abitanti ce ne sono solo 200 e le acque sono di proprietà di Melenos, un imprenditore greco. Scoperta per caso da una ragazzina nel 1863, l’acqua di Bognanco ha tutta una storia da raccontare, come hanno fatti i due autori in un libro ricco di documenti e di curiosità.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

IMG-20240518-WA0002