Aggiornato al 26 Maggio 2024

Nomadi inseguiti, scontro con civetta dell’Arma

A poche ore dallo scontro avvenuto nella notte a Domodossola un’altra macchina dei carabinieri rimane coinvolta in un incidente stradale. Stavolta è successo alla barriera lago Maggiore dell’autostrada A26, al termine di un inseguimento iniziato proprio nel capoluogo ossolano: qui infatti i militari dell’Arma hanno intercettato un uomo e una donna, nomadi sinti, che avevano appena truffato un’anziana domese e a quel punto i due sono fuggiti, imboccando la superstrada dell’Ossola e poi la Voltri-Gravellona. L’inseguimento è durato fino al casello, quando i due nomadi non hanno esitato a sfondare la barriera finendo però per schiantarsi pochi metri dopo contro un’auto civetta del Nucleo investigativo di Verbania, che assieme a pattuglie del Comando provinciale del Vco e di quello di Novara avevano creato un vero e proprio blocco stradale. Un carabiniere, così come la coppia di truffatori, è rimasto ferito, ma per fortuna parrebbe in modo non grave: il Comando provinciale dei Carabinieri del Vco informa infatti che tutti e tre sono stati precauzionalmente accompagnati presso l’ospedale di Borgomanero.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

presentazione-iniziativa-spalloni-per-sito