Aggiornato al 14 Aprile 2024

Badante arrotondava con clandestini e proiettili

Ufficialmente di professione badante la 63enne di origine ucraina, residente in Corso Liberazione di Arona, ha pensato bene di arrotondare la sua paga affittando una camera del suo appartamento a persone clandestine.
Ma lo strano via/vai nel suo appartamento non é passato inosservato né ai vicini di casa, né ai carabinieri del Nucleo Operativo di Arona (informa una nota firma del comandante della Compagnia aronese), i quali hanno voluto verificare effettuando – nel pomeriggio di ieri – una perquisizione domiciliare, nel corso della quale hanno constatato che la donna deteneva (senza averne titolo) 139 cartucce calibro 12 per fucile da caccia; inoltre ospitava due 28enni moldavi clandestini sul territorio nazionale.
La “badante” è stata denunciata a piede libero per detenzione illegale di munizionamento e per aver fornito – a scopo di lucro – ospitalità a stranieri clandestini.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

biblioteca-domo