Aggiornato al 17 Aprile 2024

Respinte le richieste danni dei gestori di slot verso il Comune

Sentenza del Tar del Piemonte ha respinto le due richieste risarcitorie di due società che lamentavano un calo degli incassi nel periodo nel quale era in vigore l’ordinanza che limitiava gli orari di accensione dei giochi automatici d’azzardo (slot machine e affini) nel territorio verbanese. L’ordinanza del maggio 2005 era stata poi annullata dal Tar poiché aveva prevalso la linea giurisprudenziale che la regolamentazione in materia non era materia degli Enti locali ma di ordine pubblico. Ora però il Tar riconosce che nel tempo sempre più si è posto l’accento sul problema di salute (gioco patologico) che può provocare l’azzardo e, non essendo nemmeno certo e diretto il danno subito dalle due società, ha respinto l’istanza.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

intervento-vigili-del-fuoco-per-sito