Aggiornato al 23 Maggio 2024

Cannobio piange Rosanna Celada

L’alto Verbano piange Rosanna Celada, classe 1950, per quarantacinqueanni punto di riferimento della pro cannobio. Pochi mesi fa la scoperta di un male risultato incurabile sino all’improvvisa scomparsa nel pomeriggio di venerdi 6 gennaio. La notizia si è rapidamente diffusa e tanti sono stati subito i gesti di cordoglio ed affetto verso il volto dell’ufficio turistico. Proprio con la sua istituzione Celada era entrata nella pro cannobio come dipendente e da lì non ne era piu’ uscita. Punto di riferimento instancabile e presente in tante iniziative, parte della “storia” di Cannobio. “Una persona straordinaria” così commenta Fabio Ceriani, presidente della pro cannobio che spiega “alla vigilia della festa del 7 gennaio (oggi alle 17.30 la messa nella parrocchiale poi la processione dei lumineri con la sacra costa portata sino al santuario, ndr), tanto cara a noi cannobiesi e a Rosanna, viviamo questo momento di sofferenza e tristezza, appresa la notizia e sentito il consiglio della pro loco desidero esprimere il piu’ alto senso di stima personale e di tutto il consiglio verso l’amica Rosanna e la sincera vicinanza alla famiglia Celada. Dico grazie di cuore a Rosanna per quanto ha svolto negli anni, personalmente l’ho sempre vista li, sempre disponibile, sempre cordiale e partecipe. Una perdita per l’associazione ed il territorio”. Immediato il cordoglio e la vicinanza del sindaco Giandomenico Albertella, dello sci club Cannobio e dell’associazione Cannobio4you e di tantissimi cannobiesi. Tra pochi giorni Rosanna avrebbe compiuto gli anni. Commossi anche gli amici “Zabo'” vicinissimi a Rosanna Celada come le tante associazioni cannobiesi ed i tanti turisti che nel corso di oltre quarant’anni ne hanno incontrato il volto e ricevuto indicazioni. Le esequie avranno luogo, probabilmente nel pomeriggio di lunedi’.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

preparativi-per-G7