Aggiornato al 25 Febbraio 2024

Vco-Lombardia: braccia aperte da Maroni

Si è tenuto oggi pomeriggio l’incontro istituzionale dei rappresentanti del consiglio provinciale del Verbano Cusio Ossola, il capogruppo di “Lago e Monti” Rino Porini, proponente l’incontro, il capogruppo di “la provincia per il territorio” Luigi Spadone, il capogruppo di “Progetto Vco” Giovanni Morandi e il presidente Stefano Costa. 

L’incontro è durato circa un’ora ed stato molto cordiale, a detta della delegazione piemontese, e sono stati trattati diversi temi di comune interesse amministrativo quali:  il riconoscimento concreto della specificità montana di Sondrio da parte della Regione Lombardia e le differenze con il Vco e la Regione Piemonte, il tema del referendum propositivo del prossimo 22 ottobre che mira ad acquisire maggior autonomia in termini di funzioni e di risorse, il tema della Macroregione Alpina e della Regio Insubrica, il tema del frontalierato, il tema della raccolta firme in corso nel Vco e Novara che mira a chiedere il passaggio alla Regione Lombardia, il tema del mantenimento di un’autonomia territoriale da parte delle associazioni di categoria quali Camera di Commercio e quello delle ZES (zone ad economia speciale).

Al termine il consigliere Porini ha dichiarato: “Ho apprezzato la grande disponibilità e cortesia del presidente che ha voluto andare a fondo di tutti gli argomenti trattati e, in particolare, si è dimostrato attento ai due temi per me da sempre peculiari quali le ZES e l’autonomia della Camera di Commercio”

Il consigliere Spadone si ritiene “soddisfatto per la calda accoglienza circa il passaggio del Vco alla Lombardia che il presidente Maroni vede positivo e giustificato da tematiche comuni quali la vicinanza con la Svizzera e la condivisione territoriale del Lago Maggiore”.

Il consigliere Morandi dice “il presidente oltre ad essere stato estremamente cordiale e disponibile si è rivelato, per me inaspettatamente, entusiasta all’idea di far diventare lombarda la provincia del Vco; questo per ora non significa nulla ma impone sicuramente alcune riflessioni “.

Il presidente Costa commenta: “Ritengo molto interessante l’attenzione rivolta da subito sulla specificità della provincia di Sondrio da parte della Regione Lombardia volta ad anticipare e sperimentare forme di federalismo fiscale (canoni demaniali e bollo auto) a fronte di responsabilità gestionali autonome, da estendere in futuro a tutti i comuni montani delle altre province lombarde e ritengo comunque sempre fondamentale ascoltare i territori su tematiche così importanti”.

L’incontro si è concluso con la disponibilità del presidente Maroni ad approfondire le iniziative future attraverso incontri specifici sul nostro territorio. (foto Tecnoparco – archivio Pessina)

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

norma-bianchi