Aggiornato al 12 Luglio 2024

Incidente mortale al Rally delle Valli Ossolane, il Comune non ha colpe

Il Comune di Montecrestese non ha alcuna responsabilità per l’incidente del 2008 al Rally delle Valli Ossolane, nel quale perse la vita il navigatore Omar Predazzoli, 27 anni, e riportò gravi ferite il pilota Davide Riedmann. Lo ha stabilito oggi, giovedì, il tribunale di Verbania con una sentenza di primo grado che ha rigettato la richiesta risarcitoria dei familiari di Riedmann di 5 milioni di euro.
«La domanda deve essere rigettata – recita il dispositivo – (…) non potendosi affermare, contrariamente a quanto sostenuto, che l’inadeguatezza della barriera laterale sia stata la causa dell’evento lesivo e non mera occasione rispetto ad un’azione umana colposa dotata di autonoma efficienza causale». I ricorrenti, in solido, sono stati condannati a rimborsare le spese di lite al Comune di Montecrestese «per un ammontare di 14mila euro per compenso, oltre al rimborso delle spese forfettarie nella misura del 15%, Iva se dovuta e Cpa come per legge e condanna gli attori, in solido, a rimborsare le spese di lite alla Allianz spa per un ammontare di  14.518,00 euro (di cui 14mila euro per compenso e 518 euro per spese), oltre al rimborso delle spese forfettarie nella misura del 15%, Iva se dovuta e Cpa come per legge». La vicenda era iniziata quando l’amministrazione comunale era guidata da Angelo Tanferani ed era poi proseguita con l’amministrazione di Silvia Miguidi. Soddisfazione è stata espressa dagli amministratori di Montecrestese Renato Punchia (attuale primo cittadino) e dall’ex sindaca Miguidi. Si tratta di una sentenza di primo grado alla quale si potrà sempre presentare Appello. I fatti si riferiscono all’incidente accaduto il 15 giugno del 2008 dove una delle auto favorite in gara per il Rally delle Valli Ossolane uscì di strada andando a schiantarsi violentemente contro un albero. Il navigatore morì sul colpo, mentre il pilota finì in Rianimazione all’ospedale di Novara per un grave trauma cranico. La causa fu intentata contro il Comune sostenendo che il guard-rail non fosse idoneo.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

IMG-20240712-WA0009-1