Aggiornato al 23 Maggio 2024

Si pianti un albero per ogni nuovo nato o adottato. E’ l’idea lanciata dagli esponenti del Pd Lamorte e Rondinelli

La tutela del verde è al centro dell’ultimo ordine del giorno proposto dai consiglieri del Partito Democratico con l’idea di piantare un albero per ogni nuovo nato a Omegna. «Non è una novità ma ci piacerebbe che fosse approvato dall’intero consiglio comunale. Sarebbe un simbolo per l’unità cittadina oltre a sostenere l’ambiente» ha spiegato il consigliere Simone Lamorte, primo firmatario della proposta presentata lunedì 22 febbraio. «Da una ricerca realizzata in città nascono e vengono adottati tra i 70 ed i 100 bambini – ha aggiunto Alessandro Rondinelli, capogruppo consigliare del Pd -. Omegna non ha spazi per poter accogliere la piantumazione di alberi per ogni nuovo nat, ma questo non significa che non si possa fare in altri luoghi dove magari c’è bisogno di piantumare nuovamente altre zone verdi che magari soffrono di disboscamento, anche vicino al nostro comune». Per far fronte a tutto questo si possono considerare anche piattaforme online come ad esempio Treedom.net «che permette di trasformare ogni albero piantato in un regalo unico per i propri iscritti, creando un legame duraturo nel tempo, immaginando e permettendo di regalare l’albero ai genitori del nuovo nascituro/adottato» come si legge nel testo dell’ordine del giorno. Sarebbe un modo per seguire la crescita della pianta, sapere dove si trova e costruire un legame. La legge 10 del 2013 ha confermato che ogni Comune con più di 15mila abitanti deve provvedere a mettere a dimora un albero per ogni nuovo nato o adottato. «Anche se a Omegna gli abitanti sono in numero minore – ha concluso Lamorte – credo che quest’iniziativa possa essere un bel segnale per rendere migliore il nostro mondo».

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

elisa-longo-borghini-per-sito