Aggiornato al 14 Giugno 2024

Distretto del Commercio tra l’unione di Arona, Stresa e altri Comuni del basso Lago Maggiore

Stresa e Arona le unirà il commercio? I due Comuni del Lago Maggiore, da sempre abbastanza antitetici per tipologia commerciale e turistica, intendono creare un distretto del commercio insieme ai centri del basso Lago Maggiore (Belgirate, Lesa, Meina e Dormelletto). L’obiettivo è difendere e promuovere i negozi di vicinato e tutte le attività commerciali ottenendo fondi regionali. Spiega il sindaco di Arona, Federico Monti: «Il progetto, dal costo organizzativo di 25mila euro, si propone di sostenere lo sviluppo del tessuto economico dei comuni facendo leva sull’enorme potenziale offerto dal patrimonio culturale, naturalistico e turistico, che ogni anno attira migliaia di visitatori, in gran parte stranieri. L’idea è di rigenerare il tessuto commerciale. Arona lo ha già fatto da sola con il progetto “Lake and shopping”, ma uniti è meglio, le sinergie con Stresa possono essere numerose». Maurizio Grifoni, presidente dell’Ascom della provincia di Novara, sposa l’idea: «La Regione Piemonte offre l’opportunità di ottenere fondi per il commercio, ma si deve creare un progetto sinergico. Stresa potrebbe rimanere aperta con le sue attività per tutto l’anno e non chiudere i battenti per mesi. Arona, grazie all’impulso della giunta, ha retto bene anche in questo periodo di pandemia ed è il naturale capofila e Stresa e gli altri paesi possono trarre grandi vantaggi». Il progetto è supportato anche da varie associazioni sia sindacali che di categoria oltre alla Pro loco di Arona, l’ Ente Fiera Lago Maggiore e la Provincia di Novara. Gli obiettivi sono vari. Si passa dalla comunicazione e marketing del territorio per rafforzare la campagna di comunicazione dei sei Comuni, agli interventi di riqualificazione urbana con particolare attenzione al recupero dei locali commerciali. Monti aggiunge: «Vorremmo politiche e piani annuali promozionali e di animazione del distretto per rigenerare la rete commerciale, come progetti di consegna di merci a domicilio per creare un sistema agile di distribuzione, con particolare attenzione alle fasce anziani e fragili nel distretto».

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

albertella